Il giardino del tempo

Crea sito

Katsushika Hokusai

Katsushika Hokusai – Lilies

Lilies, from an untitled series of large flowers

Gigli

Lilies - Katsushika Hokusai
Lilies – Katsushika Hokusai

L’opera realizzata fra il 1833 ed il 1834 è attualmente esposta presso l’Art Institute di Chicago, negli Stati Uniti.

Dal 1834 Katsushika Hokusai cambiò “identità” ed è conosciuto con il nome di Gakyō Rojin Manji, fu proprio dopo il 1834 che l’artista produsse circa 100 vedute del monte Fuji ed un’altra serie paesaggistica molto importante.
Della sua vita egli stesso scrisse di aver fatto bene, ma se il cielo gli avesse regalato altri cinque o dieci anni in più sarebbe forse potuto diventare un vero pittore. Morì nel 1849 dopo aver dedicato tutta la sua intera vita all’arte.

 

Katsushika Hokusai – Bellflower and Dragonfly

Bellflower and Dragonfly

(Campanula e libellula)

Bellflower and Dragonfly (Campanula e libellula), Katsushika Hokusai
Bellflower and Dragonfly (Campanula e libellula), Katsushika Hokusai

L’opera realizzata intorno al 1833 è attualmente esposta presso Art Institute di Chicago

Pochi sanno che le opere di questo grande artista nipponico (Katsushika Hokusai) furono fonte di ispirazione per molti artisti ottocenteschi di gran fama, come l’impressionista Claude Monet ed  il post-impressionista Vincent Van Gogh.

Oltre ad essere un pittore Katsushika Hokusai fu anche incisore e nel suo percorso artistico subì  l’influenza di pittori del calibro di Sesshu. Tra i suoi più importati vi è una famosa serie di xilografie le “Trentasei vedute del monte Fuji”, che è comprende una stampa molto famosa datata 1820 dal titolo “La grande onda di Kanagawa”.

Kingfisher, irises and pinks – Katsushika Hokusai

Kingfisher, irises and pinks, from an untitled series of large flowers

(Martin pescatore, iris e garofani)

Kingfisher, Irises and Pinks; Katsushika Hokusai
Kingfisher, irises and pinks; Katsushika Hokusai

La tecnica utilizzata da Katsushika Hokusai si chiama ukiyo-e che letteralmente significa “immagine del mondo fluttuante”, si tratta di un genere di stampa artistica giapponese, eseguita su blocchi di legno, impiegata tra il XVII e il XX secolo (periodo Edo).

La principale caratteristica delle opere ukiyo-e era quella di non essere costose. Si trattava, infatti, di “prodotti di massa”, ideati per tutti coloro i quali non potevano permettersi dei veri e propri dipinti.

1 2