Il giardino del tempo

Crea sito

Gomphrena – Falso trifoglio, linguaggio dei fiori

Gomphrena globosa
Gomphrena globosa

La gomphrena globosa, chiamata anche falso trifoglio, appartiene alla famiglie delle amaranthaceae ed è originaria dell’America centro-meridionale, anche se da secoli è ormai diffusa in tutta l’Europa.

Si tratta di una pianta erbacea annuale che può raggiungere i 35-50 cm di altezza e si sviluppa come se fosse un cespuglio, composto da fusti retti e ben ramificati dai quali, durante la stagione primaverile, si sviluppano delle foglie di forma ovale dal colore verde grigiastro, poiché ricoperte da una sottilissima peluria di colore bianco. Sul finire della stagione primaverile e per tutta la stagione estiva, la pianta produce dei fiori, riuniti come a formare un globo (“globosa” deriva proprio dalla forma con cui si riuniscono i fiori), il cui colore può essere violetto, lilla, rosa, bianco o rosso.

Gomphrena haageana Strawberry Fields - Campo di fragole
Gomphrena haageana
Strawberry Fields – Campo di fragole

Curiosità: La gomphrena globosa è conosciuta in tutto il mondo col nome di globe amaranth mentre la specie chiamata gomphrena haageana, i cui fiori sono di colore rosso, viene chiamata strawberry fields, ovvero campo di fragole.

Nel linguaggio dei fiori e delle piante la gomphrena simboleggia l’immutabilità e l’immortalità.

 

Il giardino dell’artista a Giverny di Claude Monet

Il giardino dell’artista a Giverny

Titolo originale: Le jardin de l’artiste à Giverny
Titolo in inglese: The Artist’s Garden at Giverny

Il giardino dell'artista a Giverny (Le Jardin de l'Artiste à Giverny); Claude Monet, 1900; Olio su tela (81 x 92 cm)
Il giardino dell’artista a Giverny (Le Jardin de l’Artiste à Giverny);
Claude Monet, 1900;
Olio su tela (81 x 92 cm)

Il giardino dell’artista a Giverny è una delle opere che Claude Monet realizzò, durante gli ultimi trent’anni della sua vita, nel suo giardino a Giverny (comune francese situato nella regione dell’Alta Normandia). Nel quadro sono raffigurati, da una prospettiva diagonale, file di iris che essendo posti sotto gli alberi, grazie alla luce filtrata dalle foglie, si presentano di vari toni e colori (viola, bluastri, rosa).
Il quadro fu dipinto nel 1900 anno durante il quale l’artista era impegnato anche nella realizzazione dei quadri raffigurati il Parlamento inglese dalle rive del Tamigi a Londra.

Il giardino dell’artista a Giverny si trova attualmente esposto presso il Musée d’Orsay a Parigi, in Francia.

 

La rosa bianca di Attilio Bertolucci

La rosa bianca” fa parte della seconda raccolta poetica di Attilio Bertolucci (1911 – 2000) edita nel 1934  ed intitolata “Fuochi in novembre“.

La rosa biancawhite roses

Coglierò per te
l’ultima rosa del giardino,
la rosa bianca che fiorisce
nelle prime nebbie.
Le avide api l’hanno visitata
sino a ieri,
ma è ancora così dolce
che fa tremare.
È un ritratto di te a trent’anni.
Un po’ smemorata, come tu sarai allora.

 

Curiosità: Attilio Bertolucci è il padre dei registi Bernardo Bertolucci e Giuseppe Bertolucci.

1 2 3 4 5 113