Il giardino del tempo

Crea sito

Fiori e arte

Annunciazione di Simone Martini e Lippo Memmi

Annunciazione

Annunciazione
Simone Martini e Lippo Memmi, 1333;
Tavola 265×305 cm

La tavola dell’Annunciazione (al centro), corredata dalle altre due tavole di Sant’Ansano (a sinistra) e Santa Margherita (a destra), fu realizzata per il Duomo di Siena da Simone Martini e Lippo Memmi.

A caratterizzare la tavola è la posa inarcata e l’espressione di ritrosia della Vergine, che non trova nessuna corrispondenza nella pittura italiana di epoca medievale, si può trovare qualcosa di simile solo nella miniatura francese del tempo. Questo dato dimostra come Simone Martini, ma in generali tutti gli artisti altomedievali, fossero aggiornati sui vari modelli pittorici che circolavano fra le corti europee. Simone Martini in particolare al contrario di molti altri artisti italiani del tempo fu quasi un precursore del Gotico

Nell’episodio narrato l’arcangelo Gabriele appare nella casa di Maria per annunciarle la sua maternità, egli indica con una mano la colomba dello Spirito Santo (in alto), che scende dal cielo contornata da otto angeli, mentre con l’altra porge alla vergine un rametto di ulivo, simbolo della pace. Sul fondo, completamente dorato, compare un realistico vaso di gigli, simbolo della purezza.

Gesù che guarda attraverso un reticolo di James Tissot

Gesù che guarda attraverso un reticolo

Jésus regardant à travers le treillis

James Tissot (1836 – 1902), nato come Jacques-Joseph Tissot, fu un pittore francese noto per i suoi quadri che raffigurano l’aspetto mondano della vita parigina ottocentesca.

Contemporaneo e dallo stile vicino a quello di altri pittori suoi contemporanei, quali Henri Fantin-Latour, Édouard Manet e Edgar Degas, tra il 1886 e il 1894 iniziò a dipingere quadri relativi al Nuovo Testamento ed in particolare sulla vita di Cristo. Il quadro “Gesù che guarda attraverso un reticolo” fu il primo della serie, con esso un Gesù Cristo oscurato, non solo da un reticolo ma anche girasoli e un viticcio (a simboleggiare lo splendore della natura), il pittore voleva far intendere che nei secoli passati il vero Cristo era stato oscurato dagli aspetti fantastici aggiunti dai vari artisti.

I quadri di Tissot sul ciclo di Cristo riscossero un gran successo ma in essi la resa dei singoli dettagli ed il realismo con cui sono trattati ne “oscurano” la capacità di suscitare pathos religioso.

Il quadro è attualmente esposto presso il Brooklyn Museum di New York negli Stati Uniti

Garden at Giverny di John Leslie Breck

Garden at Giverny

Garden at Giverny (in Monet’s garden);
John Leslie Breck

John Leslie Breck (1859 – 1899) fu un artista americano morto abbastanza giovane ma che durante la sua vita riuscì a realizzare opere di un certo successo ed è ad oggi ritenuto uno fra i principali artisti che introdusse, nel 1890, la corrente impressionista negli Stati Uniti.  Nel 1887 Breck, insieme ad altri artisti americani quali Willard Metcalf e Theodore Robinson, si recò a Giverny, in Francia, proprio a casa del maestro impressionista Claude Monet, dove fu aiutato dallo stesso a perfezionare il suo stile e la sua tecnica pittorica.

Nonostante il successo riscosso a Parigi fra 1888 e il 1889, Breck decise di tornare negli Stati Uniti soprattutto a causa della rottura del fidanzamento con la figliastra di Monet, Blanche Hoschédé-Monet .

Garden at Giverny;
John Leslie Breck